Stampa  English version
Home > 43. Autunno Musicale a Como 2009 - Musica Sacra > Tibi Silentium Laus

"Tibi Silentium Laus"

Lo spirito Monastico di sant’Anselmo e Hildegarda von Bingen
Nel medioevo, il tessuto connettore è l’unicità nella fede cristiana e il suo fondamentale veicolo di trasmissione e, dunque, il rinnovamento culturale passa per l'ambiente monastico, con la sua caratteristica fusione di vita attiva e contemplativa.
I monaci esercitano una potente influenza su tutti gli aspetti della società. Partendo da una prospettiva culturale i monasteri ospitano forse le persone più istruite nella società medievale: i monaci sanno leggere e scrivere; i monasteri hanno biblioteche e "scriptoria" nei quali sono copiati i manoscritti. E dal momento che le loro vite sono dedicate alla Parola e a preservare la Parola per i posteri, il modo migliore di dimostrare la Parola è dare ad essa l'attenzione dovuta.
Lo stesso Sant’Anselmo si rende interprete di una nuova concezione di spirito monastico inteso silenzio e riflessione interiore e al tempo stesso fonte di ispirazione per il singolo individuo nella esistenza quotidiana.

La scelta delle sedi per le manifestazioni in programma non è stata casuale: una fra tutte, la Basilica di San Fedele il cui patrimonio architettonico e artistico di epoca romanica la identifica come un luogo dalle straordinarie componenti spirituali e come luogo di trasmissione culturale a partire dall’Alto Medioevo. Inoltre, l’appendice del ciclo di concerti in programma nel 2010 vedrà coinvolte le Abbazie milanesi legate a personaggi che hanno ruotato intorno a Sant’Anselmo, quali San Romualdo (951/953-1042), San Pier Damiani (1007-1072) e Giovanni da Lodi (1025-1105), ancora, l’Abbazia di Piona e l’Abbazia di Lodi Vecchio fondamentali per la storia spirituale lombarda.
A conclusione, nell’aprile 2010 – mese in cui ricorre la data della morte di Sant’Anselmo - un concerto emblematico nella Basilica di Sant’Ambrogio a Milano, simbolo di forte coesione, ideologica e politica oltre che religiosa. Quest’ultimo evento si svolgerà in concomitanza con l’esposizione della mostra “Anselmo da Aosta a Canterbury” promossa dall’Associazione Sant’Anselmo di Milano.

Uno specifico approfondimento merita la visione femminile del monachesimo medioevale nel contesto non solo spirituale ma anche letterario e musicale. Testimoni di questa realtà, per certi aspetti anche inusuale, ne sono le figure di Rhosvita di Gandersheim e di Hildegard von Bingen che con il loro pensiero e le loro opere hanno esaltato i valori cristiani traendo spunto ed ispirazione oltre che da testi agiografici anche da testi liturgici.

29 novembre 2009
Como, Chiesa di San Salvatore, ore 16
Lo spirito monastico di S. Anselmo, Priore dell’Abbazia di Le Bec Hellouin in Normandia
Schola Gregoriana Mediolanensis
Direttore Giovanni Vianini

29 novembre 2009
Como,Chiesa di Santa Cecilia – ore 21.00
La produzione letteraria e musicale e il medioevo al femminile
Coro Hildegarda Von Bingen

14 dicembre 2009
Como, Chiesa S. Eusebio -  ore 21
Sant’Anselmo e l’uomo medievale alla ricerca di Dio
Ensemble Aquila Altera

15 dicembre 2009
Cermenate, Convento Francescano del Sacro Cuore – ore 21
Sant’Anselmo e l’uomo medievale alla ricerca di Dio
Ensemble Aquila Altera