Stampa  English version
Home > Archivio > Canto delle Pietre > Vergine Bella che di sol vestita > Serena mente jubila

"Serena mente jubila"

Prende avvio la programmazione del 42esimo Festival Internazionale Autunno Musicale dal titolo  “Vergine bella che di Sol vestita” , che vede la collaborazione di istituzioni regionali, nazionali e internazionali, sempre in quella linea di ricerca e di promozione di temi artistici e culturali che appaiono di particolare interesse ai giorni nostri e sul nostro territorio
L’intera programmazione, che avrà luogo con la stretta collaborazione del ciclo regionale Il Canto delle Pietre, è dedicata a Maria in occasione del 150 esimo anno delle Apparizioni di Lourdes.

La prima iniziativa avrà luogo venerdì 5 alle ore 17.30 presso la Sala Parrocchiale della Chiesa di Sant’Agostino con la presentazione del Progetto: Conoscere i Santuari Lariani. A cui seguirà poi presso la Chiesa di Sant’Agostino, alle ore 21.00 un concerto importante “Serena mente iubila” con l’Ensemble Kvinterna di Cesky Krumlov della repubblica Ceca con una cantante già conosciuta e molto apprezzata dal pubblico del Canto delle Pietre, Hana Blochova e il suo complesso di strumenti originali dell’epoca medievale: flauti, cornamuse, santuari, salteri, organo, liuto, theorba, hurdy-gurdy, e percussione con Paverl Polasek, Michael Pospisil, Tomas Naibirt, Milan Bilek e Petr Vyoral.

Il programma è articolato su canti e mottetti dedicati Maria dal XIV al XVIII secolo in Boemia. Il culto mariano nella Boemia è stato ed è ancora molto sentito e il cristianesimo ha avuto una fondamentale importanza a livello nazionale. Nel periodo dal XI al XIV secolo la Boemia è uno dei paesi in cui nasce e si sviluppa fortemente la filosofia scolastica, il cui più importante precursore fu  Sant’Anselmo d’Aosta. Nel 2009 ricorre il IX centenario della sua morte e Il Festival internazionale Autunno Musicale in collaborazione con il Comitato Promotore Euro –Mediterraneo Culture dei Mari in occasione di tale evento ha organizzato la costituzione di un comitato.

Il periodo in cui sono stati composti questi brani è un momento molto critico per la Chiesa, vi sono parecchi riformatori che predicano il ritorno alla purezza della Chiesa, in Boemia il più importante predicatore è Jan Hus, che per le sue parole viene condannato al rogo. Nasce un movimento  che prenderà il suo nome, il movimento Hussita.  I Mottetti eseguiti in questo concerto richiamano molto quel periodo, di dolore, compassione e pietà.



Curriculum Ensemble Kvinterna
Costituitosi nel 1994, il gruppo si esibisce sia nel proprio paese che all’estero, come ospite di importanti Festival e manifestazioni musicali in Italia, Turchia, Germania, Croazia, Polonia, Austria.
Ha all’attivo numerose collaborazioni con emittenti radiofoniche e televisive, e realizzazioni di colonne sonore per film.
Il principale ambito di interesse del gruppo è la musica ebraica e cristiana medioevale della Spagna (Cantigas, canti sefarditi) e della Francia meridionale (le profezie della Sibilla).
Nell’affrontare tale repertorio, Kvinterna porta alla luce gli influssi orientali in esso presenti, sia attraverso l’uso di particolari strumenti(copie degli originali), sia nelle scelte interpretative a livello di ritmo e di ornamentazione.
Il gruppo esegue inoltre musica boema  dei secoli XIII-XV  e antiche ballate morave.
Numerose le incisioni, tra cui Musica alla corte di Carlo IV, Rituali medioevali, Musica per le antiche leggende ceche, Alchyimia 2000.
Oltre ad eseguire il repertorio antico, il gruppo è anche specializzato nell’improvvisazione ispirata alla musica del Medioevo.