Print  Versione italiana
Home > Archives > 'Gli ordini monastici' – Monastic orders > The possible unity (Il canto delle Pietre) > Abelardo ed Eloisa - un'autobiografia spirituale a due voci > Le musiche

"Le musiche"

Senza dimenticare che Abelardo stesso scrisse musiche monodiche pervenuteci, ispirate alla sua profonda dottrina e alla fede così dolorosamente ritrovata, possiamo volgere lo sguardo all’universo sonoro che lo circondava: scopriremo la produzione nel colto latino della scolastica francese, opera di personalità come Filippo il Cancelliere o Adamo di San Vittore, insieme con le forme trionfanti del conductus e della sequenza in ambito sacro, del rondellus e della chanson in ambito profano; al latino si alternerà la langue d’oil (quando ancora, nel sud, i trovatori sublimano la langue d’oc);la lirica amorosa di corte e l’apporto strumentale contrasterà con la polifonia a cappella dell’ars antiqua.