Stampa  English version
Home > Archivio > Culture dei Mari > Progetto Italia-Colombia

2006 - "Culture dei Mari"

Progetto Italia-Colombia



Progetto Italia-Colombia

Progetto Italia Coilombia
Prima tappa a Civitavecchia

Con l’arrivo della Nave Scuola ARC Gloria a Civitavecchia, importante porto presso Roma, il 17 settembre 2006 si dà inizio a un progetto di collaborazione tra Italia e Colombia, con l’obiettivo di iniziare un confronto sugli aspetti culturali dei due Paesi, entrambi lambiti da “mari compresi fra le terre”: il Mare dei Caraibi e il Mediterraneo europeo.
È importante ricordare che i territori che si trovano fra questi mari si caratterizzano per la facilità d’interscambio esistente tra le genti che vi abitano: la vicinanza tra i popoli che hanno delle caratteristiche etniche diverse genera uno scambio di esperienze che porta al dialogo e che di conseguenza facilita l’interscambio culturale. Questo processo tende a creare una civiltà mediterranea multietnica e multiculturale.
Nei Carabi gli indigeni, il mondo africano ed i vari elementi della civiltà Europea (spagnoli, francesi, olandesi e successivamente gli italiani) si sono uniti creando una cultura di tipo misto, oggi facilmente identificabile. Allo stesso modo, soprattutto per quanto riguarda l’Italia mediterranea, la cultura latina si trovò a doversi rapportare con altre culture, come ad esempio con quella araba, ebraica e con altri popoli del Nord. È dunque evidente che i mari dei Caraibi e il Mediterraneo presentino parallelismi importanti e vari punti di contatto.

Il progetto che l’Italia e la Colombia intendono portare avanti si propone di esplorare più approfonditamente ognuna di queste caratteristiche, rilevando anche le diversità esistenti tra i due mari mediterranei – da qui la denominazione dell’iniziativa come “incontro tra i due Mari Mediterranei: i Caraibi ed il Mediterraneo europeo”.
Questo progetto trova un’occasione emblematica nei giorni compresi tra il 17 ed il 20 settembre 2006 con la presenza della Nave Scuola della Marina Militare Colombiana a Civitavecchia, importante porto romano. Grazie a questa rilevante occasione si stanno creando i presupposti per il ritorno della stessa nel 2007 quando molto probabilmente il percorso verrà ampliato includendo: Napoli, Venezia, Siracusa e Taranto, porti italiani di grande rilevanza storica.
Per il 2008 è già stato proposto un nuovo scambio, con una presenza italiana nei Carabi della Nave Scuola della Marina Militare Italiana Amerigo Vespucci che tocchi i porti di Cartagena, Barranquilla e Santa Marta. Questo programma consentirà ai due paesi leader del progetto di convogliare altri territori dei Caraibi. Pertanto le iniziative proposte per il 2006 costituiscono una base appropriata e stimolante in vista del futuro progetto.

Le attività che avranno luogo nel 2006 inizieranno il 17 settembre in occasione dell’arrivo della Nave ARC Gloria e si protrarranno fino al giorno 19; il tutto si svolgerà nella città di Civitavecchia, che si presenta a questo appuntamento come centro ricco di patrimonio storico e artistico. Al suo interno si conservano non soltanto alcune tracce d’importanti architetti come Michelangelo ed il Bramante, costruttori insieme ad altri artisti del Forte Michelangelo, iniziato nel 1508. Sempre a Civitavecchia è possibile percorrere ed ammirare le Terme Taurine, appartenenti al secolo I a.C., la Cattedrale di San Francesco di Assisi costruita nel 1610 e successivamente restaurata e modificata, nonché il Teatro Traiano costruito nel 1844, completamente ristrutturato dopo la devastazione durante la seconda guerra mondiale. Questi meravigliosi gioielli del passato offrono una magnifica cornice per far sì che l’arrivo della Nave Scuola Gloria diventi un’occasione unica per realizzare un vero carnevale di scambio culturale, per arricchire le fondamenta di un confronto diretto tra le varie realtà del Mare dei Caraibi e del Mare Mediterraneo.
Tenendo presente l’ampio spazio espositivo che offre il Forte Michelangelo, il progetto prevede, per la prima volta in Italia, una mostra dedicata a Pedro Nel Gómez, uno degli acquerellisti e muralisti sudamericani appartenente al grande movimento artistico ibero-americano, unitamente a Rivera ed a Orozco Siqueros. Pedro Nel Gómez, artista di formazione europea, esprime nella sua opera un’abbondante ricchezza di argomenti mitologici riguardanti le reciprocità della storia dei due Mari.
Il Mare e la Memoria saranno senza ombra di dubbio altri invitati di riguardo a questo evento. Il Mare sarà presente grazie ad una serie di mostre incentrate sull’argomento da vari punti di vista. Ci sarà pure un’esposizione dedicata agli strumenti nautici utilizzati per la navigazione ed un’altra riguardante oggetti di questo genere provenienti dal Museo degli Strumenti di San Giovanni di Bellagio, Como.
Un’altra mostra ci svelerà un nuovo aspetto del mare: si tratta dell’esposizione del percorso della Nave della Marina Militare Italiana Amerigo Vespucci, realizzato nel 2004 in occasione delle Olimpiadi di Atene, lambendo diversi luoghi simbolici del mediterra neo: Malta, Alessandria d’Egitto, il Libano per concludersi nel Pireo, porto di Atene, per partecipare all’inaugurazione dei Giochi Olimpici del 2004. Da questo evento proviene altresì un’opera originale, che ci parla della Pace. Si tratta di una serie di disegni realizzati dai bambini di una scuola di Genova, che, come i bambini della Colombia, nutrono sempre il desiderio di vivere in un mondo di pace.
Un’altra importante esposizione sarà motivo di confronto sul terreno della conoscenza: “I Luoghi della Memoria Scritta”. Questo importante capolavoro è stato allestito dal Ministero dei Beni e le Attività Culturali in occasione dell’inaugurazione della Biblioteca di Alessandria d’Egitto. L’opera comprende numerosi facsimile di manoscritti antichi ed altri di rilevante importanza appartenenti alle Biblioteche Nazionali Italiane.
Il programma di Civitavecchia viene completato da altre proposte espositive, questa volta colombiane. Proimagenes, fondo misto di produzione cinematografica, ci consentirà di entrare nel mondo degli indigeni colombiani tramite una serie di documentari della serie YURUPARI.
Inoltre, in collaborazione del Parco Culturale dei Caraibi, verrà presentata una mostra dedicata ai pescatori Wayuu.
Tutti questi eventi confluiranno nella Festa dei Due Mari, la sera di domenica 17 settembre, con la partecipazione di gruppi musicali colombiani di Vallenato ed italiani dal Salento. In questa occasione sarà possibile assaggiare alcune specialità culinarie colombiane che richiamano all’amicizia tra le varie culture.
Il secondo giorno, 18 settembre, sarà dedicato ad un mito mediterraneo: Cleopatra. Nella splendida corni ce delle Terme di Traiano avrà luogo uno spettacolo, unico nel suo genere: Cleopatra, cantata per soprano ed orchestra di Héctor Berlioz, con la partecipazione di un’orchestra virtuale realizzata tramite suono “op ra hi-tech”, progetto ideato dal Maestro Italo Gómez con la direzione scientifica del grande esperto Giuseppe di Giugno. L’opera è stata rappresentata per la prima volta in occasione dell’inaugurazione della Biblioteca di Alessandria d’Egitto: questo spettacolo è prodotto dalla Federazione CEMAT.
Il terzo giorno sarà dedicato a due personaggi femminili appartenenti ai due mari: due donne, entrambe religiose, che hanno combattuto con tutte le loro forze una lotta contro la miseria e la povertà dei popoli, entrambe dichiarate Beate da Giovanni Paolo II: l’albanese Madre Teresa di Calcutta e la colombiana Madre Laura Upegui. Questo evento consiste in una sacra drammaturgia per voci recitanti e musica, accompagnate da strumenti popolari.
Ad ottobre seguirà un incontro tra scrittori italiani e colombiani con l’obiettivo di creare un’Accademia della Letteratura dei due mari, proposta che nasce dalla collaborazione con la Fondazione Nuovo Giornalismo Iberoamericano. In questa occasione verrà proiettato il film “Tiempo de Morir” di Jorge Alí Triana con sceneggiatura del premio Nobel Gabriel García Márquez.

Italo Gomez
Sovrintendente Comitato Promotore Culture dei Mari


Programmi 2006

4/12/06 - MILANO, SEDE DA DEFINIRE, ORE 21.00
SACRA RAPPRESENTAZIONE
Omaggio a Madre Laura di Montoya (Colombia) e a Madre Teresa di Calcutta

5/12/06 - SALA BIANCA DEL TEATRO SOCIALE, ORE 18.30
CONFERENZA
Il ruolo della donna in Colombia
con la collaborazione del Club Soroptimist e il gruppo Mujer y Sociedad

6/12/06 - VILLA OLMO, ORE 17.30
Proiezione del documentario colombiano Yuruparí 20 años
realizzato dal Fondo Mixto di Promoción Cinematográfica PROIMAGENES EN MOVIMIENTO

7/12/06 - PINACOTECA DI PALAZZO VOLPI, ORE 17.00
Inaugurazione della Mostra Pedro Nel Gómez pittore di miti americani

7/12/06 - CINEMA GLORIA, ORE 21.00
Proiezione del film Tiempo de morir di Gabriel García Márquez
con la collaborazione del Cineclub di Como

9/12/06 - FOYER DEL TEATRO SOCIALE, ORE 11.00
Spettacolo di marionette Pedro Nel Gómez y el fantasma de la mina
Compagnia di marionette del Museo de Antioquia

Lo spettacolo sarà replicato al Teatro Arsenale di Milano il giorno successivo alle ore 16.30