Stampa  English version
Home > Archivio > Culture dei Mari > Basilicata - Civiltà nell'ambiente

1996 - "Culture dei Mari"

Basilicata - Civiltà nell'ambiente

Il progetto si sviluppa con l'intento di utilizzare l'ambiente naturale e soprattutto le vestigia storico-architettoniche (Venosa, città di Orazio, Melfi, sede di Federico II) quale teatro di eventi spettacolari, in un'esperienza sintetica di interazione fra realtà artistica e la realtà naturale. Particolare attenzione viene dedicata all'utilizzo di strumenti tipici dell'area mediterranea, come la chitarra, con i quali, significativamente, l'uomo agisce nell'ambiente prescelto e che anel lagonegrese è particolarmente approfondita, grazie l suo storico festival.
Nella prospettiva europea del progetto il territorio della Basilicata si impegnerà non solo sul rapporto "Musica e Ambiente", ma interagirà nell'evento "La Giornata Mondiale del Teatro", che raccoglierà oltre alle più significative esperienze di operatori del settore un festival interdisciplinare delle arti e della cultura del teatro.

Manifestazioni promosse dall'Amministrazione Provinciale di Potenza;
per la Giornata Mondiale del Teatro dai comuni di Lavello, Melfi, Venosa, Rionero;
per il Festival Internazionale della chitarra dal Comune di Lagonegro:

Soggetti organizzativi e Direzione Artistica: Centro di Drammaturgia Europea
Potenza Amici della Musica del Lagonegrese

Periodo di svolgimento: 6 maggio - 1 giugno; 20 -30 agosto 1996