Stampa  English version
Home > Archivio > Il Canto delle Pietre > Mostrare il Medioevo - I Maestri Comacini

2005 - "Il Canto delle Pietre "

Mostrare il Medioevo - I Maestri Comacini



I Maestri Comacini costruttori d' Europa

L’Unione Europea ha promosso un progetto presentato dalla Fondazione Festival Autunno Musicale congiuntamente al Comitato Lombardia Europa Musica 2000, alla città di Girona in Catalogna e all’Università di Varsavia. Il Comitato Lombardia Europa Musica 2000 partecipa all’iniziativa con uno studio della straordinaria capacità artistica degli Architetti Comacini di costruire l’Europa, condotto secondo un particolare taglio specifico rispetto all’ampio e articolato repertorio sulla materia: “I Magistri Cumacini tra mito e memoria. Architetture nei paesi e nel tempo dei Magistri Cumacini”.

I co-organizzatori

Fondazione Festival Autunno Musicale a Como
La Fondazione Festival Autunno Musicale a Como è capofila dei co-organizzatori del progetto “Maestri Comacini, costruttori d’Europa” e programmerà una mostra sul tema “I Maestri Comacini tra mito e memoria” dal 10 ottobre al 27 novembre 2005 esemplificando i monumenti più rappresentativi relativia all’iconografia del XIX secolo che consentono un viaggio nella “memoria nell’arte dei Comacini”.
A conclusione della mostra si terrà un convegno a Milano sul tema “Magistri Comacini tra mito e memoria”

Università di Varsavia e Istituto di Storia dell’Arte
Dal mese di settembre del 2004 la Facoltà di Storia dell’Università di Varsavia ha organizzato un corso per gli studenti dell’università e per gli studenti dei paesi co-organizzatori e partner del progetto sugli “Artisti comacini” nel ’500, ’600 e ’700 in Polonia. Il corso prevede l’istituzione di alcuni seminari, tratta del filone migratorio degli Artisti dei Laghi, in modo particolare degli architetti, scultori, stuccatori e pittori presenti in Polonia e provenienti dalla Provincia di Como e dal Canton Ticino.
Il corso è stato tenuto per gli aspetti artistici dal prof.Karpowicz, titolare della cattedra di Storia dell’arte, e dai suoi assistenti. Ha avuto la durata dell’intero anno accademico, da settembre a maggio.Alla fine del corso è in programma la pubblicazione di un volume della raccolta “Ikono Theka” in cui è presentata una panoramica dell’arte italiana e degli artisti presentati nel corso.

Municipio di Girona e Museo Nazionale d’Arte della Catalogna
in collaborazione con l’Istituto del Patrimonio dell’Università di Girona
Conferenza studio che mette in evidenza il legame tra Maestri Comacini e la Catalogna.
Le tematiche trattate:
• Tradizione e innovazione nell’architettura chiamata lombarda in Catalogna
• Architettura del primo romanico e innovazione architettonica
• Arte romanica come identità nazionale
Il programma propone una serie di temi di particolare rilevanza: Costruttori lombardi: tradizione e innovazione chiavi in mano / La novità nella tecnologia costruttiva lombarda / L’origine del modello lombardo, continuità di una tradizione antica? Gli scultori cantonesi e la loro proiezione in Catalogna / Lombardia-Catalogna. Il romanico catalano arte nazionale in Catalogna? / L’arte mediterranea e il linguaggio figurativo in Catalogna: le vie di trasmissione / Il romanico in Navarra e Aragona, una via catalana? / Gli studiosi pionieri Puig i Cadafaich, II Toesca,Grodecki / Sant Pere de Rodes l’architettura fuori dal contesto / I lombardi al Seu d’Urgell / La liturgia nello spazio lombardo / La questione del “hartex” nell’architettura romanica / L’asse Narbona-Girona-Vic, 3 cattedrali e una navata unica.
Tutto il progetto è stato curato da Père Freixas

Università di Innsbrück
Organizzazione di un seminario di 5 giorni aperto agli studenti dei Paesi co-organizzatori, il cui obiettivo principale è quello di dare avvio allo studio dei processi di catalogazione delle opere e delle informazioni concernenti i Magistri Comacini tramite il relativo sito on-line, già in fase di costruzione.

 

MOSTRA
Magistri d’Arte tra Como e l’Europa
Cantù, Basilica di San Vincenzo in Galliano
10-27 novembre 2005

A cura di Fabio Cani / Nodo Como
con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti
Inaugurazione 10 novembre alle ore 18,00

Ciclo di conferenze
Incontri con il romanico
Cantù, Basilica di San Vincenzo in Galliano
13-20-27 novembre 2005 ore 17.00
a cura dell’Ordine degli Architetti di Como

I luoghi della memoria scritta

L'ITINERARIO

19 aprile-13 maggio 2001
Strasburgo, Hotel du Département
11-30 giugno 2001
Strasburgo, Palazzo del Consiglio d'Europa
19-26 settembre 2001
Bruxelles, Parlamento Europeo
19 ottobre-20 novembre 2001
Bruxelles, Bibliothèque Royale
10 giugno-16 novembre 2002
Alexandria d'Egitto
in occasione dell'inaugurazione della Biblioteca Alexandrina

Ministero della Cultura Cipriota con il sostegno dell'Unione Europea nell'ambito del Progetto Cultura 2000 "Modern and Contemporary Visual Arts"
12-23 dicembre 2002
Nicosia (Cipro), Sala Kastelliotissa
10-20 maggio 2003
Beirut, Palazzo dell'Unesco
12-26 giugno 2003
Milano, Sagrestia del Bramante, S.M. delle Grazie
in occasione del ciclo "Il Canto delle Pietre" proposto dal Comitato Lombardia Europa Musica 2000

Comune di Canzo
7-14 settembre 2003
Canzo (Como), Battistero di Villa Meda

Istituto Italiano di Cultura di Budapest
18 settembre-5 ottobre 2003
Budapest, Istituto Italiano di Cultura

Istituto Italiano di Cultura a Zagabria
15 giugno-15 luglio 2005
Zagabria, Biblioteca Nazionale ed Universitaria
Concerto per l'inaugurazione
Mercoledì 15 giugno ore 20
Illustrazione dei manoscritti della mostra
a cura del prof. Giacomo Baroffio
Esecuzione di musica di tradizione gregoriana e glagolitica
Cantori Giacomo Baroffio e Kim Eun Jun
Coro Femminile Vox Cordis di tradizione gregoriana
diretto da Suor Vasta Tkalec
Coro Bascina di tradizione glagolitica
diretto da Padre Izak Spralja


MOSTRA
I luoghi della memoria scritta
Olgiate Comasco, Centro Congressi Medioevo
11-27 novembre 2005

Inaugurazione 10 novembre, ore 21,00.
Orari d’apertura della mostra di Olgiate Comasco: mar-ven 16,30-18,30/sab e dom 9-12, 15-19.