Stampa  English version
Home > Archivio > Bicentenario Luigi Boccherini > Suono Italiano per l' Europa

"Suono Italiano per l' Europa"

Il "Suono Italiano per l'Europa"

Nasce d'intesa con la European Union Youth Orchestra (EUYO) che storicamente raggruppa in una grande orchestra sinfonica i migliori strumentisti dei paesi dell'Unione selezionati tramite Concorsi nazionali in ogni paese. Il concorso EUYO in Italia è indetto dalla Rai Radiotelevisione Italiana insieme al Ministero degli Affari Esteri, al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Direzione Generale dello Spettacolo, e alla Fondazione Scuola di Musica di Fiesole.
Da alcuni anni, tramite un'azione condotta dalla Federazione CEMAT, si è voluto dar risalto alla componente italiana delle orchestre giovanili europee e vengono organizzati diversi stage di approfondimento della musica da camera e per piccola orchestra con occasioni concertistiche di grande rilievo. La località inizialmente prescelta è stata Santa Severina in Calabria, deliziosa cittadina chiamata La Nave di Pietra per il suo imponente Castello, dove il Comune ha offerto ospitalità ai giovani musicisti.
I training sono stati tenuti da Jan Latham Koenig, Marcello Bufalini, Judith Hall, Max Sommerhalder, Silvano Scanziani, Alina Company, Pietro Scalvini, Andrea Fossà, Italo Gomez, Gianpio Mastrangelo.
In autunno 2005, dal 1 al 15 ottobre, Peter Maxwell Davies e Marco Angius hanno tenuto la quinta edizione dello stage di Santa Severina, dedicata all'estensione sulla musica del '900.
Come approfondimento boccheriniano, per i giovani violoncellisti si sono tenuti stages sulle Sonate di Boccherini a cura di Johannes Goritzki e di Jiri Barta.
L'età dei partecipanti, una trentina di elementi, è sui vent'anni e questi musicisti di sicuro talento provengono da molte regioni d'Italia. All'interno si sono già formati singoli gruppi e con essi si sono svolti concerti e tournées (Festival Janacek in Moravia, IX Settimana dei Beni Culturali a Roma, Festival Autunno Musicale a Como, Conservatorio "Rimsky Korsakov" a San Pietroburgo, Festival Taormina Arte, iniziative promosse dai Comitati Nazionali "Sport e Cultura per la Pace" e "Bicentenario Luigi Boccherini" e numerosi altri concerti a Milano, Roma, Stoccolma).
Nel 2001 è stato prodotto il documentario Anno Zero, del regista Angelo Bozzolini, a cui è seguito Un Capodanno di Musica del regista Theo Eshetu.