Stampa  English version
Home > 44. Autunno Musicale a Como > Musica e Spiritualitą > Celestino V Presentazione

"Celestino V Presentazione"

Il giorno 27 novembre alle ore 21 nella Basilica Romana di San Giorgio, in via Borgovico a Como, il 44.° Autunno Musicale a Como presenta lo spettacolo spirituale “Que farai, Pier da Morrone?Celestino V: l’Eremita, il Papa, il Santo” cheripercorre l’esistenza dell’eremita Pietro del Morrone, incoronato come Papa Celestino V aL’Aquila nella straordinaria Basilica di S. Maria di Collemaggio, purtroppo gravemente offesa dal terremoto.

Italo Gomezprecisa come i testi presentati seguono la vita tormentata dell' uomo, del papa e del santo dando la percezione della figura di Celestino così come è stata avvertita attraverso i secoli.  Proprio per questo, accanto a testi di Jacopone da Todi e di Buccio di Ranallo autore di una cronaca, in forma dipoema in versi, sulla storia della città dell’Aquila,troviamo brani tratti da “L’avventura di un povero cristiano” di Ignazio Silone in cui è raccontata, in forma di dramma, la sua umana vicenda di grande fede e di saggezza.

Le musiche del programma si configurano come colonna sonora del periodo storico di Papa Celestino e ci restituiscono la musica dei monasteri delle compagnie dei laudesi e delle corti.

L’ Ensemble AQUILA ALTERA, formato da Maria Antonietta Cignitti canto, arpa, percussioni  Francesco Nobili canto, gaita, percussioni  Serena Occhiuzzi flauti dritti, flauto doppio, voce Marianna Casciani viella, voce Antonio Pro liuto, gitten, voce Eva Martelli voce recitante,nasce nel 1997 per diffondere e promuovere la conoscenza e l’educazione alla Musica Antica dal Medioevo al Rinascimento; si  avvale esclusivamente di strumenti musicali ricostruiti artigianalmente sul modello, sia iconografico sia strutturale, degli originali dell’epoca. Aquila Altera  è attiva nella ricerca, esecuzione e produzione sacra e profana dei compositori abruzzesi del Medioevo e del Rinascimento. Partecipa a festivals, stagioni concertistiche, registrazioni televisive e incisioni discografiche, in Italia e all'estero, fra cui i Concerti di RADIO 3 e numerosi CD: Il Codice Musicale di Rocca di Mezzo, 2008. Giulio Bonagiunta da San Ginesio, Canzon Napolitane, 2004. Menando gli Anni, La musica in Abruzzo tra Medioevo e Rinascimento, 2002.  Tempus Transit, Tempi sacri e profani del Medioevo, 2000.

L’Ensemble ha avuto l’onore di dare inizio alle manifestazioni della 714. Perdonanza Celestiniana 2008, con un concerto alla presenza di oltre 3000 spettatori. Aquila Altera ha collaborato alla realizzazione di convegni musicologici per diversi enti ed atenei italiani.

Entrata libera

Durante la S. Messa delle ore 18, verrà recitata una preghiera per le vittime del terremoto de L’Aquila.

 

Note su Pietro da Morrone

Pietro da Morrone nasce nel 1209, così come narra la Bolla di Canonizzazione di Clemente V del 1306. All’età di venti anni fugge alla ricerca della solitudine estrema, sospinto da una profonda e consapevole vocazione religiosa.

Uomo mite, silenzioso e umilissimo, Pietro condusse una vita ispirata ai canoni del cristianesimo primitivo e del pauperismo francescano. Nel giugno del 1293, sentendosi ormai giunto al termine del suo percorso terreno annuncia la decisione di volersi ritirare per sempre sul Morrone. Ma proprio in questo momento a 85 anni viene eletto al soglio pontificio.

Diviene Papa con il nome di Celestino V. Fin da subito, il nuovo Pontefice fu di fatto sequestrato dal re angioino, che ne fece un involontario strumento delle sue manovre politiche. Troverà però il coraggio e la forza di opporsi e nel dicembre 1294 abbandonerà il trono di Pietro venendo, meno di un mese dopo, condotto nell’orrenda torre di Castel Fumone dove morirà dopo una detenzione durissima il 19 maggio 1296. Quattrocento anni dopo, Lelio Marini, biografo del Santo (Pietro fu canonizzato il 5 maggio del 1313 da Clemente V) proverà a dimostrare che Pietro fu barbaramente ucciso per ordine di Bonifacio VIII. Ma ancora oggi rimane l’enigma della sua morte.