Stampa  English version
Home > Archivio > Culture dei Mari > BARI - MousikÚ, l'Arte delle Muse

1996 - "Culture dei Mari"

BARI - MousikÚ, l'Arte delle Muse

Dalla civiltÓ greca a quella romana e bizantina, poi ultima tappa europea sulla via delle Crociate per tutto il Medioevo, il territorio di Bari fu per un periodo breve ma importante capitale di un emirato arabo.
Le successive dominazioni, dai normanni agli svevi, angioini e aragonesi, spagnoli e francesi, ed i continui contatti commerciali con le altre sponde del Mediterraneo, sono premesse importanti per le nuove occasioni di incontro culturale di oggi: dalla Fiera del Levante, ai prossimi Giochi del Mediterraneo di Bari del 1997 (la cittÓ Ŕ anche sede della ComunitÓ delle UniversitÓ del Mediterraneo).
Proprio come manifestazione collaterale all'organizzazione dei Giochi di Bari '97 Ŕ nato nel 1995 il Festival MousikÚ, uno dei pochi a livello internazionale dedicato esclusivamente alla musica antica del Mediterraneo. L'edizione del 1996, che si svolgerÓ a Bari ed in alcune suggestive cittÓ storiche della provincia (Bitonto, Castel del Monte, Molfetta, Trani) dal 1 al 30 giugno, proporrÓ un itinerario rinascimentale e barocco del tutto inusuale, dalle musiche greche antiche interpretate dal complesso "Antonio Il Verso" di Palermo, alla produzione in prima esecuzione moderna di una delle prime opere napoletane, la Stellidaura vendicante di Francesco Provenzale (1674), con un allestimento scenico curato dal Granteatrino di Bari ed il complesso di strumenti antichi di Napoli Cappella della PietÓ dei Turchini diretto da Antonio Florio (opera proposta per la co-produzione con il Festival di Siracusa).
Uno spazio particolare sarÓ riservato ad una produzione dei Festival di Sassari e di Pescara col Retablo di De Falla.
Le manifestazioni collaterali al Festival ne determinano lo spessore culturale e l'intento di collaborazione scientifica internazionale: sarÓ allestita una mostra archeologica e iconografica sul tema "Il Musicista nelle raffigurazioni vascolari pugliesi" e un convegno internazionale di studi sul tema "Il Musicista nel Mediterraneo.
Storia e antropologia", con la partecipazione di 40 studiosi provenienti da 12 paesi. Cornice ideale di tutte le manifestazioni saranno i centri storici delle cittÓ pugliesi, in particolare il Castello Svevo, il chiostro di Santa Chiara e la chiesa Vallisa dell'XI secolo di Bari. Il Centro Studi Arti dello Spettacolo nel Mediterraneo MousikÚ incaricato dell'organizzazione delle iniziative per conto dell'Amministrazione Provinciale di Bari, ente promotore ufficiale in collaborazione con il Comune di Bari, si propone di trasformare il Festival in un appuntamento annuale di prestigio internazionale, che si ponga come punto di riferimento per tutte le ricerche musicali sul settore, attivando la propria struttura di ricerca presso il Conservatorio di Bari.

Manifestazioni promosse dall'Amministrazione Provinciale di Bari in collaborazione con il Comune di Bari
Soggetto Organizzativo: MousikÚ. Centro Studi Arti dello Spettacolo nel Mediterraneo.

Periodo di svolgimento: 1-30 giugno 1996