Print  Versione italiana
Home > Archivio > 29. Autunno Musicale 1995

1995 - "29. Autunno Musicale 1995"

Considerazioni del trentennio


FESTIVAL INTERNAZIONALE AUTUNNO MUSICALE A COMO 1995 - 1996
STAGIONE DEL TRENTENNALE
26 settembre 1995 - 20 ottobre 1996

Associazione senza scopo di lucro fondata nel 1967
Presidente fondatore Gisella Belgeri
Presidente e Legale Rappresentante Italo Gomez

sotto l'egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri/ Dipartimento dello Spettacolo
Regione Lombardia
Amministrazione Provinciale di Como
Comuni di como, Cantù, Cemobbio e Gravedona
Società dei Palchettisti del Teatro Sociale

con il contributo della Camera di Commercio, dell'Unione Industriali di Como e dei Comuni di Canzo, Albavilla, Orsenigo e Parè.

COMITATO LOMBARDIA MUSICA
Amministrazione provinciale di como Presidente Giuseppe Livio, Assessore alla Cultura Mario Clerici
Comune di como Sindaco Alberto Botta, Assessore alla Cultura Paolo De Santis
Comune di Cantù Sindaco Armando Selva, Assessore alla Cultura Tiziana Sala
Comune di Cemobbio Sindaco Giulio Isola, Assessore alla Cultura Irene Fossati
Assessorato alla Cultura Claudia Galli
Comune di Gravedona Sindaco Emilio Spinola, Assessore alla Cultura Maria Grazia Conca
Associazione Autunno Musicale a Como Presidente Italo Gomez
Società dei Palchettisti del Teatro Sociale, Presidente Mario Orlandoni

Partecipano al Festival:
Comune di Canzo
Sindaco Alessandro Pontiggia, Assessore alla Cultura Giovanni Viganò
Comune di Albavilla Sindaco Ottorino Spadina, Assessore alla Cultura Maria Cristina Pontiggia
Comune di Orsenigo Sindaco Enrico Meroni, Assessore alle Finanze Licia Viganò
Comune di Parè Sindaco Vittorio Foraggina, Assessore alla Cultura Roberto Bernasconi


L'Autunno Musicale a Como compie i festeggiamenti del suo trentennale di attività nel bienno 1995/96 secondo una logica che tende sia a mettere in luce alcune tra le sue più significative ideazioni che a proiettarsi nell'attualità e nel futuro con quella caratteristica di curiosità culturale e artistica che gli é sempre stata riconosciuta.
Uno sguardo quindi alla conferma di alcune emblematiche operazioni culturali che non di rado, nel momento in cui sono avvenute, non sono state recepite nell'ampiezza del loro reale disegno culturale. Al tempo stesso la capacità di cogliere quei movimenti di crescita e di novità che il fermento del mondo artistico porta con se, nella sua contemporaneità e vivacità di proposta.
Non solo coglierli e rappresentarli ma farne momento di dibattito e di riflessione, vero e proprio campo di ricerca, ineludibile funzione per chi ha a cuore il reale propagarsi del discorso artistico, a disposizione del pubblico, con un ruolo di formazione che troppo spesso é sottovalutato.

Farsi coinvolgere dal pensiero dell'artista rappresenta una grande occasione di approfondimento civile. Sviluppa una forte capacità di dialogo e mette a fuoco interrogativi sul nostro tempo, filtrati però dalle fasi storiche dell'arte e della creatività. Partecipare a fenomeni artistici significa sviluppare la propria consapevolezza personale ed é importante mettere a disposizione del cittadino ogni strumento utile a renderlo "complice consapevole" dei vari linguaggi.
L'Autunno Musicale a Como deve tornare ad essere un cantiere d'arte dove sia possibile, senza falsi infingimenti e posizioni di comodo, offrire ai giovani e agli appassionati un punto di vista aperto al mondo e una continua opportunità di propria verifica.
L'Autunno Musicale a Como non é soltanto un Festival; é un modo di vivere l'arte.
D'altronde non a caso é nato in un luogo di cui Stendhal ebbe a dire : c' est à Como qu'il faut aller pour vivre la musique.
Vivere la musica. Proprio questo é il significato di una iniziativa che nel suo quasi trentennale cammino ha offerto al territorio comasco centinaia, migliaia di rarità, di scoperte ma anche momenti di grandi performances.
In dieci anni di continua attività, si è anche avuto un ampliamento a tutto il territorio regionale tramite la costituzione di un organismo che porta su tutta la Lombardia il risultato di una inventiva e di una creatività caratterizzante l 'Autunno Musicale.
E non ci si é fermati a questo traguardo. Anche a livello nazionale, con i progetti nazionali curati da Italo Gomez e da Gisella Belgeri per il Ministero dello Spettacolo, sin al 1985, a partire dall'Anno Europeo della Musica questa formula ideativa ha proseguito con successo un suo proprio cammino, per arrivare nel 1994 ad un punto molto emblematico, con l'assunzione da parte del Dipartimento dello Spettacolo della presidenza del Consiglio di un Progetto pluriennale governativo chiamato MusicaDuemila nel quale , con ancora maggior evidenza che in passato, é possibile riconoscere quelle valenze che hanno fatto dell'Autunno Musicale a Como un punto di riferimento importante nel nostro paese.
Va infine citato come questo modello culturale abbia anche valicato con successo i confini, con una grande quantità di manifestazioni, ora sostenute e promosse dal Dipartimento dell Spettacolo, ora dal Ministero degli Affari Esteri, e ancora dalla Regione Lombardia e molte altre Regioni e enti locali italiani.
Manifestazioni e ideazioni da ascrivere all'Autunno Musicale sono infatti approdate , fra le altre, a New York, a Houston, a Madrid, a Barcellona, a Francoforte, a Buenos Aires, a Praga, a Budapest, a Parigi, a Vienna, a Salisburgo.
L'Autunno Musicale a Como ha canali privilegiati con
il Consiglio d'EUROPA : i percorsi culturali, di cui Italo Gomez é il solo esperto italiano
Percorsi del medioevo : Italo Gomez é chef de reseau
Unesco : il Barocco nel mondo: Il settore musica é stato affidato a Italo Gomez.
Progetto MusicaDuemila : (promosso da Dip. Spett, Ministero Affari Esteri, Pubblica Istruzione, Beni culturali, Ricerca e Università, Affari Regionali ) di cui Gisella Belgeri é coordinatore generale.

Calendario 1995
FESTIVAL INTERNAZIONALE AUTUNNO MUSICALE A COMO
STAGIONE DEL TRENTENNALE 1995-96
26 Settembre 1995 - 20 ottobre 1996