Stampa  English version
Home > Archivio > 12- il Canto delle Pietre > Cantare e Suonare

"Cantare e Suonare"

Poeta:
"Care ti siano queste parole
che la mia bocca ora ti canta, Signore":
Sei la fonte radiosa dello stesso pensare e stai
nel più intimo de
l mio intimo
respiro del mio respiro
e vento che cavalca i marosi:
oppure alito appena che accarezza le cime degli alberi
e lu
ce che inonda dolcemente
i campi di grano all'alba.
Gemito sei dell' intera natura
il desiderio che ci fa verticali:
passione di esistere di tutte le vite.
Sei tu l'anima dell'atomo
la forza di coesione della pietra
il principio dell'
unità dei mondi,
o pa
store di costellazioni.
Nessun tempio ti contiene,
né i cieli dei cieli!
Ti invocano i fiumi e non sanno
ti cercano le radici e non
sanno
ti cantano gli uccelli nel bosco e non sanno,
s
olo questa coscienza sa che tu sei.
E sei fin dal principio, e nulla
e
siste se tu non sei: noi soli
coscienza di questo splendere di astri:
noi la coscienza di quanto narrano i cieli e il giorno
tramanda
al giorno
e la notte alla notte ...