Stampa  English version
Home > AUTUNNO MUSICALE FUORI COMO !!! > Bruno Cortese

"Bruno Cortese"

Sindaco di Santa Severina

Ho avuto notizie che il Festival Autunno Musicale si trasferisce da Como ad altre città, in quanto gli enti locali ritengono di non dover più finanziare questa iniziativa.
La città di Santa Severina che è uno dei “borghi più belli di Italia” chiamata anche la “Nave di Pietra”, di cui sono attuale sindaco, ebbe la fortuna di incontrare il M° Italo Gomez parecchi anni fa, - eravamo membri di uno stesso Comitato Nazionale per la cultura - e con lui abbiamo studiato come attivare culturalmente una città d’arte particolare come Santa Severina.
E’ stato un processo lungo, ma oggi fa si che la mia città sia rinomata in Italia e in Europa come città d’arte in cui la cultura fa interagire oltre all’aspetto monumentale che è straordinario - basti pensare al Castello Carafa  che è uno dei più belli e meglio restaurati di Italia - la musica e il teatro, creando un vero e proprio Festival interamente dedicato ai giovani musicisti. In questi ultimi 8 anni unitamente a Gisella Belgeri e l’ iniziativa promossa dalla Federazione Cemat, abbiamo avuto una collaborazione che ha consentito di far diventare Santa Severina la città dei giovani musicisti, con Suono Italiano per l’ Europa.

Con Gomez siamo anche riusciti a intensificare il rapporto interreligioso con le fedi cristiane d’Oriente, e da questo rapporto nel marzo del 2001 è sorto nella nostra città il “Centro studi bizantini” inaugurato  alla presenza del Patriarca di Costantinopoli Bartolomeo Primo.
.
Quanto avviene a Como mi sorprende la nostra è una piccola città che con grande sacrificio dedica una  parte consistente delle poche risorse del suo bilancio alla cultura . Questo ha incrementato una presenza turistica eterogenea molto forte, a differenza del passato in cui il turismo era connotato da una presenza  di soli studiosi e specialisti.

Mi auguro vivamente che il Festival Autunno Musicale rimanga nella città che lo ha visto nascere e crescere in ben 42 anni di fermento artistico e concertistico e che possa proseguire il suo percorso di arricchimento e di produzione culturale non solo locale ma a livello nazionale ed internazionale