Stampa  English version
Home > Archivio > Gli ordini monastici > L'unità possibile (Il canto delle Pietre) > Sant'Ambrogio > Basilica S. Ambrogio

"Basilica S. Ambrogio"

Il dubbio e la fede”, evento che si inserisce nel quadro della diciottesima edizione de Il Canto delle Pietre, nell’ambito delle Celebrazioni Ambrosiane 2005. La rassegna regionale Il Canto delle Pietre, organizzata dal Comitato Lombardia Europa Musica 2000, è realizzata sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali/Dipartimento per lo Spettacolo e lo Sport - Direzione Generale per lo Spettacolo dal vivo e lo sport, dal Comitato Nazionale Sport e Cultura per la Pace e dalla Regione Lombardia – Assessorato alle Culture, Identità e Autonomie della Lombardia. In particolare il concerto a Sant’Ambrogio è promosso dalla Provincia di Milano.

Interpreti di questo immancabile appuntamento sono la Schola Gregoriana Pragensis, l’Ensemble Stirps Jesse, Annette Taranto, cantore solista, e la Compagnia Pronomos per gli interventi recitati.
L’iniziativa, che intende celebrare la figura di Sant’Ambrogio, è anche un confronto con due personaggi di rilievo nella storia del cristianesimo italiano e europeo, il coevo Sant’Agostino e il nostro contemporaneo Padre David Maria Turoldo.
Si tratta di tre personalità diverse che hanno in comune una formazione filosofica prima che teologica, oltre che la capacità di esprimere quella particolare certezza che può scaturire solo dal dubbio.

La rappresentazione sarà un dialogo tra la comunità odierna e il pensiero di due grandi santi del passato, partendo da un importante momento di tradizione: il vespro ambrosiano. La comunità sarà invitata a intraprendere un viaggio per incontrare le domande che ci poniamo quotidianamente su vita e morte, malattia e povertà, temi che Padre David Maria Turoldo affronta con forza sostenendo che può esistere il dubbio, solo in funzione del raggiungimento di una solida certezza.
La rappresentazione sarà un’alternanza di musiche e dialoghi fra i personaggi, in continua evoluzione. L’interpretazione musicale è affidata a solisti dell’Ensemble Stirps Jesse, gruppo altamente specializzato nella ricerca e prassi esecutiva della musica antica. Stirps Jesse è il nome di un responsorio di Fulberto di Chartres. Enrico De Capitani e Stefano Torelli si sono ispirati a questo concetto fondando nel 1994 l’Ensemble Stirps Jesse, dedicandosi all’esecuzione di repertori medioevali, con particolare attenzione al canto gregoriano e alle antiche tradizioni liturgiche latine.
La Schola Gregoriana Pragensis è nata nel 1987 da David Eben, diplomato in Direzione di Canto Gregoriano al Conservatorio di Parigi e direttore del Coro Gregoriano della capitale francese. L’ensemble è specializzata nell’interpretazione del canto gregoriano del X e XI secolo.
Annette Taranto è specialista in musica antica e contemporanea, in particolare per gli aspetti legati all’improvvisazione.
La Compagnia Pronomos annovera professionisti attivi sia sulla scena nazionale, sia su quella internazionale.

La basilica di Sant’Ambrogio a Milano rappresenta un caso decisamente eccezionale di una chiesa nella quale era presente sia il clero secolare che una congregazione monastica.La basilica è stata divisa per secoli tra un ricco monastero benedettino e una battagliera schiera di canonici.
Nel 789 gli fu affiancato un monastero benedettino e col passare dei secoli l’intera città guardava sempre più a Sant’Ambrogio come suo monumento religioso, storico, politico e ideale più rappresentativo. Col passare dei secoli la basilica fu trasformata e ampliata e radicalmente ristrutturata nei secoli XI e XII.